Non so voi, ma da quando è scoppiata questa pandemia, io sento spesso un senso di apatia subdola che mi farebbe stare sempre e solo sul divano. Mentre lo scorso anno, appena chiusi in casa per il primo lockdown, ci siamo lanciati su attività manuali e lavoretti di ogni tipo, quest’anno la voglia è veramente scarsa. Visto che non abbiamo nessun tipo di progetto per Pasqua non avevo in mente di preparare nessuna decorazione di Pasqua. Ma le bambine si aspettano l’arrivo del coniglietto, come da nostra tradizione. E allora, un po’ last minute, ci siamo messe a preparare alcuni lavoretti di Pasqua semplicissimi da appendere in terrazza per dare il benvenuto al coniglietto, quando verrà a nascondere gli ovetti di cioccolato.

Se anche voi vi siete ridotte all’ultimo momento e avete voglia di dare un po’ di colore e aria pasquale vi lascio 3 idee last minute per dei lavoretti di Pasqua veramente semplicisissimi e veloci da fare!

1- Uovo sodo collage

Negli anni scorsi abbiamo decorato le uova sode in tantissimi modi. (Se vi servono suggerimenti ecco come potete decorare le uova sode). Quest’anno abbiamo deciso di puntare sull’effetto multicolor con le nostre decorazioni pasquali. Dopo aver cotto le uova le abbiamo lasciate raffreddare. Nel mentre abbiamo tagliuzzato la carta velina di vari colori in piccoli pezzi. Con la colla vinilica e tanta pazienza abbiamo poi ricoperto le uova. Ricordatevi di sovrapporre i vari pezzi di carta velina per un effetto ancora più variegato. Una volta incollati tutti i pezzi, ricoprite tutto l’uovo con uno strato di colla. Asciugandosi diventerà trasparente ma darà un po’ di consistenza all’uovo e un effetto lucido molto carino. Se avete tempo e voglia potete lasciare asciugare e procedere poi con un secondo strato di carta velina. Ma già dopo un solo strato messo in maniera molto casuale, l’effetto è carinissimo. Vero?

ovetti in lavorazione
ovetti in lavorazione

2- Uovo di pasta

Con del cartoncino, un po’ di pasta di vari formati (ma tutti di piccole dimensioni) e delle tempere abbiamo creato delle uova multicolor da appendere in terrazza. Come prima cosa abbiamo disegnato e ritagliato delle uova sul cartone. Le abbiamo poi colorate con una spugnetta per dare una base alle nostre uova. In alcuni sacchetti abbiamo messo un po’ di pasta di vari formati. Abbiamo aggiunto un paio di gocce di tempera e shakerato energicamente (non vi dico come ridevano le bimbe!!). Per avere vari colori basta ripetere lo stesso procedimento in diversi sacchetti. Una volta ben agitato il colore aprite i sacchetti e lasciateli aperti qualche minuto per far seccare la tempera sulla pasta. Rovesciate la pasta in un piatto e con la colla vinilica fatela incollare sulle sagome di cartone. Et voilà! Pronti da appendere (Vi basta fare un buchino e far passare un cordino colorato)

3- Uovo soffiato

Per il terzo dei nostri lavoretti di pasqua abbiamo soffiato il colore. Su un foglio di cartoncino bianco abbiamo disegnato le sagome di alcune uova. Una cannuccia, un po’ di colore (meglio se acquarello perchè noi abbiamo usato le tempere e son troppo “pesanti” e abbiamo poi dovuto rifarle con l’acquarello) e tanto fiato faranno il resto! Versate qualche goccia del colore all’interno della sagoma dell’uovo e si può iniziare a soffiare!! Il colore schizzerà da tutte le parti riempiendo e colorando l’uovo. Una volta asciutto potete ritagliarli, forarli e appenderli!

Come vedete 3 lavoretti di Pasqua super veloci, coloratissimi e molto semplici da realizzare. Adatti anche ai bimbi più piccoli.

Se volete altre idee per Pasqua ecco i lavoretti degli anni scorsi: “cestini di Pasqua con materiali di riciclo“, “cestino centrotavola di Pasqua“, “animaletti pasquali coi rotoli di carta igienica“, “bigliettino pasquale“, “ghirlanda di coniglietti” e il “coniglietto pasquale (con sagoma scaricabile)”

Buon divertimento…

e buona Pasqua!

Scritto da:

centrifugatodimamma

Milanese di origine, giramondo di vocazione. Alterno varie esperienze tra animazione, educazione (in asilo nido e scuole di vario grado) e turismo. Dopo un’esperienza di 6 mesi in Egitto nel 2002 torno in Italia, apro e gestisco degli asili nido per 10 anni, mi sposo e sembra che ormai la vita abbia preso un binario sicuro e solido. Ma il sogno di lasciare di nuovo l’Italia rimane sempre vivo (e neanche ben celato! ;) ). Nel 2012 anche mio marito si convince e decidiamo di trasferirci in Repubblica Dominicana alla ricerca di caldo e di una vita più semplice e serena. Qui nel 2015 nasce la nostra bimba Priscilla… e con lei il blog Centrifugato di mamma. Dove racconto com’è essere mamma, com’è esserlo lontano dalle nostre famiglie, come viviamo in un luogo tanto diverso da quello da cui veniamo, e le meraviglie che scopriamo giorno dopo giorno. Da novembre 2018 siamo a Malaga, pronti per nuove avventure! ;)