L’armocromia è un mondo che nell’ultimo periodo sta affascinando milioni e milioni di persone, di tutti i generi. Io son riuscita a fare una mini analisi online e ho scoperto un mondo!!

Ho mandato alcune foto struccata e con un asciugamano bianco in testa appoggiando sotto al collo alcuni capi di diversi colori, spaziando tra colori caldi, freddi, brillanti, opachi etc. Insomma provando di tutto di più.

Con queste foto e la foto delle vene del polso la consulente mi ha aiutato a identificare la mia stagione e il sottotono e mi ha consigliato i colori da scegliere per vestirmi e truccarmi.

Una chiacchierata veramente interessante che sicuramente è solo una parte di quello che può essere fatto con una consulenza dal vivo.

Ma vi siete mai chiesti “che cos’è l’armocromia” nello specifico?

L’armocromia è un’approfondita analisi del colore condotta in base ai toni della pelle, già utilizzata negli anni Ottanta e basata su quattro fattori principali: il sottotono della pelle, il valore cromatico, l’intensità e il contrasto.

Metodo spesso utilizzato nell’ambito della moda come anche nel make-up, consente di esaltare al meglio i colori della carnagione, degli occhi e dei capelli, accentuando la bellezza naturale della persona.

L’analisi del colore si suddivide in base alle stagioni, assumendo la nomenclatura inglese delle stesse:

● Inverno, winter;
● Primavera, spring;
● Estate, summer;
● Autunno, autumn;

Per verificare quali colori si addicono di più alla pelle di un individuo, basterà effettuare dei test con le apposite cornici.
Per capire quale temperatura sia maggiormente compatibile, ad esempio, è possibile accostare al viso dei panni color grigio freddo e arancione caldo. In questo modo sarà possibile vedere qual è il colore che risalta maggiormente.
Ovviamente si possono richiedere consulenze da molti esperti, sia fisici che online, ad un prezzo abbastanza abbordabile. Rimane comunque importante sapere che è possibile fare questo esperimento anche a casa.

Il test dell’Armocromia: i sottotoni

Come abbiamo già visto, le stagioni alle quali fanno riferimento le varie sfumature di colore sono inverno, primavera, estate e autunno.
Per ogni stagione vanno considerati anche i sottotoni, anch’essi molto importanti per la definizione di una palette. Grazie a questi si evitano le vere stonature del colore.
Per scoprire se si ha un sottotono caldo, freddo o neutro, bisogna innanzitutto guardare le vene del polso:

  • Sottotono caldo: vene tendenti al verde;
  • Sottotono freddo: vene tendenti al blu;
  • Sottotono neutro: vene dal colore indefinito.

Il sottotono viene anche intuito dalla temperatura:

  • Pelle che si abbronza senza difficoltà: sottotono caldo;
  • Pelle che non si abbronza e diventa rossa: sottotono freddo.

Sarà possibile capire da subito quale sia il sottotono:

  • Sottotono caldo: viene valorizzato dall’oro;
  • Sottotono freddo: viene valorizzato dall’argento.

Il valore cromatico

Altro dettaglio riguarda il valore cromatico, che può essere chiaro o scuro, determinato dal tono degli occhi, della pelle e dei capelli.

Vediamo subito cosa significa:

  • Pelle chiara, capelli chiari, occhi chiari: valore cromatico chiaro;
  • Pelle scura, capelli scuri, occhi scuri: valore cromatico scuro.

Per intensità, si intende la saturazione del colore, quindi colori forti e accesi o colori tenui e pallidi, avendo perciò colori con intensità alte o basse.

Il contrasto tra pelle, occhi e capelli sarà:

  • Alto: capelli e occhi scuri ma pelle chiara;
  • Basso: pelle medio-chiara e capelli castani-medi.

Quando si possiede un contrasto alto, è consigliabile utilizzare colori dal valore cromatico molto intenso come il nero e il bianco. Se, al contrario, si ha un contrasto basso, è meglio fare accostamenti a colori tenui per non spezzare troppo, come i colori pastello.

In base a tutte queste direttive non sarà difficile fare un test sull’Armocromia completo, vediamolo insieme.

Che stagione ti appartiene? Il Test dell’Armocromia

L’armocromia dell’Inverno

Sottotono freddo, valore cromatico scuro e intensità alta.

Chi è in palette “inverno”?

  • Pelle olivastra/chiarissima/rosata;
  • Capelli castano scuro/neri/con riflessi freddi;
  • Occhi castano scuro / neri / grigi / azzurro chiaro.

Che colori bisogna evitare?

  1. Arancione;
  2. Giallo;
  3. Dorato;
  4. Beige;
  5. Verde scuro;
  6. Marrone con sottotono caldo;
  7. Rosso aranciato;
  8. Nocciola.

Quali colori non dovrei evitare?

  1. Blu scuro;
  2. Nero;
  3. Grigio;
  4. Viola;
  5. Rosso ciliegia;
  6. Verde smeraldo;
  7. Bianco ghiaccio;
  8. Bianco ottico;
  9. Celeste;
  10. Grigio chiaro;
  11. Rosa pallido.

I sottogruppi dell’Inverno:
● Persone Winter Deep (profondo), molto scure;
● Persone Winter Cool (freddo), molto fredde;
● Persone Winter Bright (luminoso), elevata intensità e brillanti;
● Persone Inverno Puro, presentano in modo omogeneo tutte le caratteristiche della stagione.

L’Armocromia della Primavera

Sottotono caldo, valore cromatico chiaro e intensità alta.

Chi è in palette “primavera”?

  • Pelle medio chiara con sottotono caldo (avorio, pesca o beige);
  • Occhi verdi/azzurri/nocciola/marrone chiaro;
  • Capelli castano chiaro/biondo miele con riflessi dorati o ramati.

Che colori bisogna evitare?

Tutti i colori scuri, compreso il nero e il grigio scuro.

Quali colori non dovrei evitare?

  1. Arancione;
  2. Caramello;
  3. Terracotta;
  4. Rosso;
  5. Giallo;
  6. Azzurro;
  7. Verde chiaro;
  8. Rosa.

I sottogruppi della Primavera:

  • Persone Spring Light (chiaro), particolarmente chiare;
  • Persone Spring Warm (caldo), particolarmente calde;
  • Persone Spring Bright (brillante), particolarmente brillanti;
  • Persone Primavera Pura, presentano in modo omogeneo tutte le caratteristiche della stagione.

L’Armocromia dell’Estate

Sottotono freddo, valore cromatico chiaro e intensità bassa.

Chi è in palette “estate”?
● Pelle chiara con sottotono rosato freddo;
● Occhi azzurri/verdi/grigi;
● Capelli biondo chiarissimo/castano medio con riflessi cenere.

Che colori bisogna evitare?

  1. Marrone caldo;
  2. Beige;
  3. Arancione;
  4. Avorio;
  5. Tutti i colori fluo.

Quali colori non dovrei evitare?

  1. Rosa cipria;
  2. Lavanda;
  3. Celeste;
  4. Verde acqua;
  5. Rosso carminio;
  6. Prugna;
  7. Blu;
  8. Grigio tortora.

I sottogruppi dell’Estate:

Persone Summer Light (chiaro), particolarmente chiare;
● Persone Summer Cool (freddo), particolarmente fredde, valorizzate al meglio dal blu;
● Persone Summer Soft (tenue), con intensità particolarmente bassa, valorizzate al meglio dai colori pastello;
● Persone Estate Pura, presentano in modo omogeneo tutte le caratteristiche della stagione.

L’Armocromia dell’Autunno

Sottotono caldo, valore cromatico scuro e intensità bassa.

Chi è in palette “autunno”?
● Pelle chiara/media/scura con un sottotono caldo;
● Occhi marrone scuro/nocciola/verdi;
● Capelli castani/rossi/con riflessi dorati o ramati.

Che colori bisogna evitare?

  1. Blu;
  2. Grigio;
  3. Viola;
  4. Colori pastello;
  5. Fucsia;
  6. Bianco ottico.

Quali colori non dovrei evitare?

  1. Arancione;
  2. Marrone;
  3. Avorio;
  4. Verde bosco;
  5. Cammello;
  6. Oro;
  7. Bronzo;
  8. Giallo;

I sottogruppi dell’Autunno:

● Persone Autumn Deep (profondo), particolarmente scure;
● Persone Autumn Warm (caldo), particolarmente calde;
● Persone Autumn Soft (tenue), con intensità bassa;
● Persone Autunno Puro, presentano in modo omogeneo tutte le caratteristiche della stagione.

L’Armocromia è davvero una svolta, sia per uomini che per donne.

Ovviamente non tutti hanno la fortuna di continuare a vestirsi total black, ma se ci sono altri colori in grado di valorizzare al meglio una persona, bisogna uscire dalla propria zona di comfort e sfruttarli!
In fondo chi ha bisogno del nero quando si può avere l’arcobaleno?

Scritto da:

centrifugatodimamma

Milanese di origine, giramondo di vocazione. Alterno varie esperienze tra animazione, educazione (in asilo nido e scuole di vario grado) e turismo. Dopo un’esperienza di 6 mesi in Egitto nel 2002 torno in Italia, apro e gestisco degli asili nido per 10 anni, mi sposo e sembra che ormai la vita abbia preso un binario sicuro e solido. Ma il sogno di lasciare di nuovo l’Italia rimane sempre vivo (e neanche ben celato! ;) ). Nel 2012 anche mio marito si convince e decidiamo di trasferirci in Repubblica Dominicana alla ricerca di caldo e di una vita più semplice e serena. Qui nel 2015 nasce la nostra bimba Priscilla… e con lei il blog Centrifugato di mamma. Dove racconto com’è essere mamma, com’è esserlo lontano dalle nostre famiglie, come viviamo in un luogo tanto diverso da quello da cui veniamo, e le meraviglie che scopriamo giorno dopo giorno. Da novembre 2018 siamo a Malaga, pronti per nuove avventure! ;)