Che la qualità dell’abbigliamento sia fondamentale per la salute è ormai risaputo. Nel caso delle magliette uomo, così come di altri capi che vanno direttamente sulla pelle, la qualità dei tessuti è senza dubbio garanzia di benessere, soprattutto se si scelgono fibre naturali come il cotone. 

A tal proposito, Boglietti rappresenta una vera garanzia sia per la qualità dei tessuti sia per lo stile e l’eleganza dei prodotti. 

Tuttavia, va tenuto conto del fatto che anche la salute del pianeta può essere condizionata dalla qualità della produzione tessile, in particolare se si usano fibre sintetiche. Ecco perché.

Perché per le magliette uomo prediligere tessuti in cotone

L’inquinamento dell’acqua non dipende solo da ciò che si disperde nell’ambiente. Studi recenti dimostrano che tra gli inquinanti vi sono anche le sostanze che si disperdono in acqua durante il lavaggio in lavatrice. Se si producono capi con fibre sintetiche, queste possono disperdere delle micro plastiche proprio attraverso il lavaggio in lavatrice ed essere causa di inquinamento nei mari e negli oceani. 

Diminuire la frequenza di lavaggio non è certo una soluzione sufficiente, anche perché il consumatore deve avere la possibilità di utilizzare i capi acquistati in piena libertà. La maglietta, poi, che sta a diretto contatto con la pelle deve essere sempre pulita e fresca. 

Il primo passo per diminuire l’inquinamento, dunque, consiste nello scegliere capi di qualità e realizzati in fibre naturali. 

Inoltre, va tenuta in considerazione anche la tintura usata per tingere i capi intimi. I prodotti di qualità, infatti, sono studiati per non rilasciare nell’ambiente sostanze che derivano dalla tintura. Oltre a essere tossici per l’ambiente, potrebbero esserlo anche per la salute della pelle. 

Infine, se un capo è veramente di pregio, senza dubbio è stato tinto in modo duraturo: se dopo pochi lavaggi ci si accorge che sta scolorendo, significa che non è di vera qualità. 

La vera qualità parte dalla scelta dei filati che dovrebbero sempre derivare delle più pregiate materie prime naturali. Ma prosegue con l’utilizzo di tinture resistenti e duraturi. Infine, riguarda anche il confezionamento dei capi, nel rispetto e nella cura di tutti i processi produttivi.

cotone

I capi duraturi per il risparmio energetico e la salute dell’ambiente

Scegliere un capo duraturo rappresenta un buon metodo di acquisto non solo in vista del risparmio economico. Se è senza dubbio vero che chi più spende meno spende, c’è da valutare anche il fatto che una lunga vita dei capi di abbigliamento. Prendere capi di qualità che durino nel tempo è un ottimo sistema per ridurre i consumi energetici e per risparmiare acqua. 

La produzione industriale e, in particolare, quella tessile sono alla base di un enorme dispendio energetico e, soprattutto, di acqua. Scegliere un capo intimo che abbia una lunga vita è, quindi, un metodo importante per salvaguardare l’ambiente. 

La vera qualità garantisce il comfort sotto tutti i punti di vista. Aiuta la pelle a respirare bene, combatte l’umidità, veste in modo adeguato e dura a lungo. 

La salute del corpo passa anche dai vestiti che si indossano: i capi in cotone di buona qualità hanno un elevato potere igroscopico e ciò permette di regolare la temperatura corporea, tenendo caldo in inverno e lasciando respirare la pelle quando fa caldo. 

Inoltre, le fibre naturali evitano irritazioni e arrossamenti cutanei e tengono lontani disturbi infiammatori, in quanto hanno un importante potere antibatterico. Inoltre, sono riciclabili. 

In particolare, in questo senso, sono consigliabili il cotone filo di Scozia e il cotone mercerizzato. L’utilizzo di queste fibre tessili garantisce durevolezza e massimo comfort, oltre a regalare eleganza e stile. 

Prima di acquistare, dunque, valutiamo tutti gli aspetti del nostro acquisto, privilegiando la nostra salute e quella del pianeta.  

E tu, che materiale scegli per i tuoi capi? Sei attenta alla qualità delle materie prime?

Trovi diversi articoli con suggerimenti per scelte orientare alla salvaguardia dell’ambiente nella categoria “green” del blog

A presto

foto in evidenza: People photo created by rawpixel.com - www.freepik.com

Scritto da:

centrifugatodimamma

Milanese di origine, giramondo di vocazione. Alterno varie esperienze tra animazione, educazione (in asilo nido e scuole di vario grado) e turismo. Dopo un’esperienza di 6 mesi in Egitto nel 2002 torno in Italia, apro e gestisco degli asili nido per 10 anni, mi sposo e sembra che ormai la vita abbia preso un binario sicuro e solido. Ma il sogno di lasciare di nuovo l’Italia rimane sempre vivo (e neanche ben celato! ;) ). Nel 2012 anche mio marito si convince e decidiamo di trasferirci in Repubblica Dominicana alla ricerca di caldo e di una vita più semplice e serena. Qui nel 2015 nasce la nostra bimba Priscilla… e con lei il blog Centrifugato di mamma. Dove racconto com’è essere mamma, com’è esserlo lontano dalle nostre famiglie, come viviamo in un luogo tanto diverso da quello da cui veniamo, e le meraviglie che scopriamo giorno dopo giorno. Da novembre 2018 siamo a Malaga, pronti per nuove avventure! ;)