Passeggiando per Mijas pueblo


Vi avevo promesso che vi avrei raccontato anche dei posti che stiamo scoprendo da quando ci siamo trasferiti in Andalusia. E quindi eccomi qui, dopo le prime impressioni su Malaga e provincia, a parlarvi di una delle perle andaluse: Mijas pueblo!

Mijas è un comune spagnolo della provincia di Malaga che si estende dai 420 m sul livello del mare fino alla costa.

Il comune è composto da 3 zone. L’area a ridosso del mare è la più popolosa e frequentata, soprattutto in estate, dagli amanti del mare che ogni anno si riversano nella costa del sol. A circa metà strada tra Malaga città e Marbella, ricopre infatti una bellissima posizione per godersi mare, sole e vita mondana (la famosa movida 😉 )

La parte più antica del comune, la zona chiamata Mijas Pueblo, si trova invece più ritirata e guarda dall’alto la zona.

Costruito tra il 16 e il 17 secolo costruito sulle rovine di un antico castello (di cui conserva una torre) Mijas pueblo è ora un borgo dalle tipiche case bianche andaluse che domina dall’alto tutta la costa sottostante.

Noi abbiamo deciso di trascorrere il primo giorno del nuovo anno passeggiando tra le stradine e le case bianche proprio di Mijas Pueblo. E devo dire che ne è valsa la pena. Tanto che ci siamo già ritornati una seconda volta.

Siamo arrivati in macchina e abbiamo parcheggiato in un suggestivo parcheggio semi sotterraneo a più piani, ricavato scavando la roccia della montagna. Si trova proprio al centro del borgo e con un ascensore ti porta alla piazza panoramica dove una scritta multicolor annuncia a tutti dove ci si trova.

In questa piazza si trova l’Oficina de Turismo de Mijas

questi gli orari di apertura dell’ufficio del turismo
da lunedi a venerdi
– da novembre a marzo 9:00 – 18:00
– da aprile a giugno 9:00-19:00
– da giugno a ottobre 9:00- 20:00
sabato, domenica e festivi 9:00-14:00

Li accanto una statua di un asino, smbolo della città che attira curiosi e turisti che si alternano a farsi immortalare sulla schiena di tale animale. Perchè la statua di un asino? Facendo pochi passi è facile capirne il motivo. Decine di asini attendono l’inizio del loro turno di lavoro.

A Mijas è famoso infatti il burrotaxi ossia il taxi-asino: essendo un paesino arroccato sulla montagna l’asino era il mezzo ideale per spostarsi e per trasportare i pesi. 

Ora è rimasto soprattutto come attrazione turistica che usano il burrotaxi o il più classico calesse, per fare un rapido giro tra i punti di attrazione di questo borgo.

Salutati gli asinelli ci incamminiamo all’interno del borgo.

Cosa vedere a Mijas Pueblo.

La cosa che colpisce immediatamente di Mijas pueblo è la vista incantevole.

Ad ogni angolo appare uno scorcio più bello dell’altro. E disseminate qua e la ci sono delle terrazze panoramiche dove è impossibile non fermarsi ad ammirare estasiati o a fare foto. Tra questi merita una visita il “paseo de la muralla” che prende il suo nome dall’antica muraglia che circondava la fortezza araba che anticamente dominava l’area.

Affascinante è anche passeggiare per le viuzze bianche che percorrono tutto il paese. Piccole stradine caratterizzate dai muri tutti bianchi e dai vasi colorati appesi. Viette che salgono su e giù per il borgo e ti fan camminare a bocca aperta ad ogni nuovo incrocio.

In uno dei punti più alti di Mijas Pueblo abbiamo incontrato la Plaza de toros.

Come dice il nome è la piazza dove avvenivano (mi auguro sia solo al passato 😉 ) le corride. Costruita nel 1900 su richiesta degli abitanti di Mijas, è ora considerata una delle arene andaluse più pittoresche. Per entrare a vederla si pagano 4 euro. Noi l’abbiamo vista solo da fuori (non amo molto la corrida, anzi) poi ho cercato per curiosità le foto su internet.

Un altro punto molto bello da visitare a Mijas pueblo è il Santuario de la Virgen Pena.

Chiesa proprio vicino al centro del paese che sorge dove si dice che nel 1586 la vergine sia apparsa a 2 bambini che, seguendo una colomba, sono arrivati fino a lei proprio in quel punto. Piccolo eremo scavato nella roccia con vista spettacolare. E piccina ma vale la pena vederla. Entrata gratuita.

Come raggiungere Mijas Pueblo.

Auto: prendendo la A7 si arriva facilmente sia da Malaga (30 km circa) che da Marbella.

Mezzi pubblici: Con la cercania (treno) si arriva da Malaga a Fuengirola. Dalla stazione partono poi degli autobus che portano a Mijas Pueblo.

Sicuramente in un paio di pomeriggi non siamo riusciti a vedere tutto ma già cosi mi sento di dire che Mijas Pueblo è un posto incantevole.


centrifugatodimamma

Informazioni su centrifugatodimamma

Milanese di origine, giramondo di vocazione. Alterno varie esperienze tra animazione, educazione (in asilo nido e scuole di vario grado) e turismo. Dopo un’esperienza di 6 mesi in Egitto nel 2002 torno in Italia, apro e gestisco degli asili nido per 10 anni, mi sposo e sembra che ormai la vita abbia preso un binario sicuro e solido. Ma il sogno di lasciare di nuovo l’Italia rimane sempre vivo (e neanche ben celato! ;) ). Nel 2012 anche mio marito si convince e decidiamo di trasferirci in Repubblica Dominicana alla ricerca di caldo e di una vita più semplice e serena. Qui nel 2015 nasce la nostra bimba Priscilla… e con lei il blog Centrifugato di mamma. Dove racconto com’è essere mamma, com’è esserlo lontano dalle nostre famiglie, come viviamo in un luogo tanto diverso da quello da cui veniamo, e le meraviglie che scopriamo giorno dopo giorno. Da novembre 2018 siamo a Malaga, pronti per nuove avventure! ;)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

18 commenti su “Passeggiando per Mijas pueblo