Mamma, io dormo fuori


Mamma io dormo fuori!

Non importa quanti anni abbiano i vostri figli ma quando si sente per la prima volta questa frase si ha un fremito gelato lungo la schiena! 😨

Priscilla non mi ha detto proprio così (siamo ancora lontani per fortuna, ma neanche più di tanto) ma durante la nostra vacanza italiana è cresciuta tanto. Abbiamo fatto tante esperienze e ha provato tante cose nuove. E per la prima volta da quando è nata, si è addormentata con qualcuno che non fossi io. Abbiamo infatti approfittato dei nonni che facevano a gara per tenere Priscilla un po’ per loro per ritagliarci una sera solo noi, io e papà. Per passeggiare sui navigli in tranquillità e scoprire altre nuove meraviglie di questa Milano rinnovata. E anche se a mezzanotte eravamo a casa, come due moderni cenerentoli, questa serata ha segnato un nuovo traguardo raggiunto dalla nostra piccolina nel suo percorso verso l’autonomia.

Per aiutarla in questo grande piccolo passo ho usato un set carinissimo chiamato proprio “stanotte dormo fuori”.

Il set nasce dall’idea, e dalle mani, di Paola, corpo e anima di paulasterkids, piccolo brand tutto italiano di prodotto handmade per bambini.

Il set è composto da una sachetta in lino con una banda di stoffa fantasia applicata E decorata a mano con la scritta “stanotte dormo fuori”. La fantasia della sacca si ripete anche sul sacchettino porta spazzolino da denti (incantevole 😍) e sul pigiamino.

Perché un kit per la nanna fuori casa?

Nonostante in realtà Priscilla non abbia dormito fuori casa o passato tutta la notte senza di noi, ho pensato di cominciare ad usare questo kit per legarlo a questo tipo di avvenimenti. Usare un kit nanna può infatti diventare un importante rituale legato alla nanna senza mamma e papà.

Preparare la sachetta, scegliere i giochi da portare, sistemare lo spazzolino e il dentifricio nel loro sacchettino, piegare il pigiamino. Piccoli gesti da ripetere ogni volta che il bambino dovrà e vorrà dormire fuori casa. Un momento per elaborare cosa sta per succedere e prepararsi al meglio. Non solo fisicamente, ma soprattutto psicologicamente.

E la sacchetta e il suo contenuto diverranno una costante rassicurante.

Man mano che i bambini poi cresceranno e saranno sempre più abili nell’affrontare i momenti di distacco dalla mamma, il kit nanna rimane comunque comodo per contenere tutto il necessario.

Se poi è bello e super curato come il nostro di paulasterkids ancora meglio! Paola infatti cura personalmente la progettazione e la realizzazione dei suoi prodotti, che cuce uno ad uno per rispondere al meglio ai bisogni e desideri dei piccoli clienti. Oltre ai kit nanna Paola realizza infatti magliette, set asilo, ma anche vestitini e completi comodi ed eleganti al tempo stesso. Come il completino con il polipetto rosa che ho regalato a Priscilla per i suoi 2 anni, che lei adora. Una varietà di proposte con la costante della qualità e competenza che contraddistingue Paola e le sue opere. 

Sul suo profilo instagram trovate tantissime proposte carine: https://www.instagram.com/paulasterkids/

I vostri bimbi come vivono la nanna fuori casa? avete già provato a lasciarli a dormire da nonni o a casa di amici?

A presto

post scritto con prova prodotto set nanna in collaborazione con Paulasterkids

centrifugatodimamma

Informazioni su centrifugatodimamma

Milanese di origine, giramondo di vocazione. Alterno varie esperienze tra animazione, educazione (in asilo nido e scuole di vario grado) e turismo. Dopo un’esperienza di 6 mesi in Egitto nel 2002 torno in Italia, apro e gestisco degli asili nido per 10 anni, mi sposo e sembra che ormai la vita abbia preso un binario sicuro e solido. Ma il sogno di lasciare di nuovo l’Italia rimane sempre vivo (e neanche ben celato! ;) ). Nel 2012 anche mio marito si convince e decidiamo di trasferirci in Repubblica Dominicana alla ricerca di caldo e di una vita più semplice e serena. Qui nel 2015 nasce la nostra bimba Priscilla… e con lei il blog Centrifugato di mamma. Dove racconto com’è essere mamma, com’è esserlo a 12 mila km dalle nostre famiglie, come viviamo in un luogo tanto diverso da quello da cui veniamo, e le meraviglie che scopriamo giorno dopo giorno.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

12 commenti su “Mamma, io dormo fuori