Cosa fare per le infiammazioni articolari: il diclofenac sodico


Quante volte ci succede di avere delle infiammazioni articolari di cui non siamo perfettamente in grado di capire le cause?

Mal di schiena, dolore al ginocchio, male alla spalla sono disturbi che da giovani ci capitavano saltuariamente e che con il passare degli anni iniziano a diventare una compagnia poco gradita e più frequente.

Quando ho iniziato a praticare zumba ad esempio alternavo dolore alle ginocchia a infiammazioni alle caviglie. Un incubo!

In genere, si tratta di dolori infiammatori anche se le cause non sono sempre le stesse.

Le cause dei dolori articolari

I dolori che colpiscono le articolazioni, così come i muscoli, i tendini e i legamenti, possono essere di due nature diverse:

Infiammazioni di origine traumatica 

Le infiammazioni di origine traumatica sono tutte quelle causate da un infortunio, da un trauma o da uno scontro. Sono più frequenti quando si fanno sport di contatto o con elevata intensità fisica, ma possono verificarsi anche nelle normali attività quotidiane. A chi non è mai successo di prendere una storta, magari mentre sta semplicemente camminando per strada? Anche le cadute accidentali possono provocare traumi tali da generare una infiammazione, che scatena il dolore alla parte del corpo interessata. 

Le cause più comuni dei dolori traumatici, dunque, sono lesioni a legamenti o al menisco, tendiniti, distorsioni, contusioni e fratture. 

Questo tipo di cause ha sintomi piuttosto comuni:

  • Dolore nel momento in cui si muove l’articolazione;
  • Gonfiore localizzato alla parte del corpo interessata dal trauma;
  • Difficoltà a muovere l’articolazione stessa.

Infiammazioni articolari di origine reumatica 

I dolori di tipo reumatico, invece, possono avere origini diverse, legate a fenomeni infiammatori come l’artrite oppure patologie reumatiche di tipo degenerativo, come l’artrosi, o di tipo metabolico, come la gotta.   

In questi casi i sintomi sono: 

  • Rigidità dell’articolazione e difficoltà a muoversi e, nel caso degli arti inferiori, ad appoggiarsi a terra e sostenersi.
  • Perdita della mobilità e dolore durante i movimenti.
  • Dolore che aumenta a riposo e quando vi sono cambiamenti metereologici.
  • In alcuni casi può anche associarsi gonfiore. 

Come prevenire le infiammazioni articolari

Purtroppo, le infiammazioni articolari di tipo traumatico possono colpire chiunque perché spesso hanno cause accidentali. Tuttavia, uno sano stile di vita e alcune importanti precauzioni possono essere utili a ridurre i rischi.

  • Tenersi allenati e non avere uno stile di vita troppo sedentario permette di avere una muscolatura più allenata e di proteggere le articolazioni anche in caso di traumi accidentali o cadute;
  • Se si fa sport, commisurare gli sforzi alle proprie condizioni fisiche e non superare determinati limiti, aumentando l’intensità dell’attività fisica gradualmente, magari facendosi anche seguire da un preparatore esperto. 
  • Inoltre, durante le sessioni sportive dare attenzione ai segnali che il proprio corpo invia, fermandosi quando si è troppo stanchi. 
  • Chi, invece, per lavoro sta molte ore seduto, dovrebbe fare attenzione alla postura e intervallare la sessione lavorativa con qualche esercizio fisico.
  • Anche il peso corporeo ha la sua importanza: cercare di mantenersi in forma aiuta a non sovraccaricare le articolazioni, diminuendo l’usura e il rischio di infortuni.
  • Gli sport che hanno un impatto lieve, come lo yoga o il nuoto, possono essere d’aiuto per tenere il corpo allenato senza particolari rischi anche per chi non è allenato. 

Con l’età è fisiologico che i dolori articolari possano aumentare: chi fa certi tipi di attività che costringono a sforzi ripetuti o il sollevamento di pesi, per esempio, è più esposto a mal di schiena o ai dolori alle articolazioni. Con il passare del tempo, infatti, la cartilagine si assottiglia e può verificarsi uno sfregamento osseo che provoca dolori e l’impossibilità a compiere il movimento. 

In genere, inoltre, con l’avanzare dell’età è più facile essere soggetti a patologie reumatiche come l’artrosi. 

Alleviare il dolore articolare: il diclofenac sodico 

A seconda del tipo di dolore e della causa da cui è stato provocato, il medico potrà indicare un trattamento diverso (sempre sentire il parere medico 😉 ). 

Tuttavia, per alleviare il dolore, sia causato da traumi sia di natura reumatico, si possono usare trattamenti locali come i farmaci antinfiammatori non steroidei (FANS). 

Il diclofenac sodico per uso cutaneo, ad esempio, è un trattamento in gel che agisce direttamente sulla parte interessata, riducendo il dolore e facendo diminuire il gonfiore. 

In caso di traumi alle articolazioni, così come per i reumatismi, i FANS hanno una rapida efficacia, con ridotti effetti collaterali: permettono una rapida ripresa dell’attività sportiva a chi ha subìto infortuni e migliorano la mobilità per chi ha patologie degenerative che rallentano o impediscono i movimenti.   


centrifugatodimamma

Informazioni su centrifugatodimamma

Milanese di origine, giramondo di vocazione. Alterno varie esperienze tra animazione, educazione (in asilo nido e scuole di vario grado) e turismo. Dopo un’esperienza di 6 mesi in Egitto nel 2002 torno in Italia, apro e gestisco degli asili nido per 10 anni, mi sposo e sembra che ormai la vita abbia preso un binario sicuro e solido. Ma il sogno di lasciare di nuovo l’Italia rimane sempre vivo (e neanche ben celato! ;) ). Nel 2012 anche mio marito si convince e decidiamo di trasferirci in Repubblica Dominicana alla ricerca di caldo e di una vita più semplice e serena. Qui nel 2015 nasce la nostra bimba Priscilla… e con lei il blog Centrifugato di mamma. Dove racconto com’è essere mamma, com’è esserlo lontano dalle nostre famiglie, come viviamo in un luogo tanto diverso da quello da cui veniamo, e le meraviglie che scopriamo giorno dopo giorno. Da novembre 2018 siamo a Malaga, pronti per nuove avventure! ;)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

2 commenti su “Cosa fare per le infiammazioni articolari: il diclofenac sodico