Un fine settimana a Riccione


E’ vero che tra qualche settimana partirò per la Repubblica Dominicana! Non vi nascondo che non vedo l’ora di riabbracciare tutti, ma è anche vero che Emanuele, mio marito , rimarrà a casa ad accudire i cani. Stanchissimi da questi mesi di super –lavoro abbiamo deciso di trascorrere un fine settimana a Riccione nella “mia terra”, la Romagna.

Forse non lo sapete ma, mentre mia sorella Flavia è nata e cresciuta a Milano e quindi si sente a tutti gli effetti milanese, io sono nata e cresciuta a Cesena e quindi sono Romagnola dentro e fuori. Ovviamente sono orgogliosissima di esserlo e talvolta sono anche molto malinconica.

Ho fatto un patto con mio marito, milanese anche lui. Almeno una volta all’anno devo andare a respirare l’Anima Romagnola.

Lui non era mai stato in romagna e all’inizio era molto riluttante per quello che si raccontava sul mare. Lui abituato da sempre tra le spiagge della Sardegna e quelle della Toscana, storceva un po’ il naso. Poi anni fa ci andammo per la prima volta e fu amore a prima vista.

Non certo per il mare ma per la cordialità della gente, il calore dei sorrisi e dalle stravaganze dei comportamenti, dalla simpatia e dal sapersi divertire. Si perché in Romagna ci si diverte e perché… anche io sono così e quindi la mia terra non poteva che conquistare anche lui. 😉

Questa volta abbiamo deciso di andare a trascorrere un fine settimana a Riccione per il Ponte del Primo Maggio.

Ci aspettavamo un sacco di persone in giro così abbiamo preferito viaggiare in treno e partendo da Milano Centrale con Trenitalia la mattina alle 7.00 alle 11.00 eravamo già in quel di Riccione…un viaggio comodissimo ed economico.

Ed eccoci… ad accoglierci già un bel sole!!

A Riccione di soluzioni per pernottare ce ne sono tantissime.

In base alle vostre esigenze e concezioni di sistemazioni, dalla Pensione un po’ spartana ma accoglientissima ed informale (provate l’Hotel Vela d’Oro, un alberghetto a 700mt. dal centro ma con una posizione tranquilla e vicinissima al mare) all’Hotel Boemia con la sua particolarissima piscina panoramica dove si vedono le persone nuotare quando si arriva alla Reception perché il fondo della piscine è il soffitto dell’entrata dell’Hotel.

Ai tantissimi Hotel anche molto belli con animazione adatti anche a chi ha i bimbi ma comunque abbordabilissimi (es. Hotel Corallo), alle molteplici soluzioni in appartamenti e campeggi.

Altra “attrazione” fortissima della Romagna è il buon mangiare.

Per il mezzogiorno di solito noi scegliamo la Piadina e quindi appena ci siamo sistemati ci siamo fermati a uno dei tanti chioschi che la preparano e la vendono, il Beach Bar.

La Piadina è un piatto tipico della cucina romagnola. Spesso sottovalutata e considerata esclusivamente come uno street food, la piadina è in realtà un piatto molto duttile. Può essere utilizzata come antipasto, se condita con rucola e squacquerone e servita a spicchi. Può essere un ottimo sostituto del pane per grigliate di carne o pesce oppure può diventare un piatto unico se farcita con salumi o formaggi.

Il suo gusto “sfizioso” l’ha resa un diffuso street food ed è spesso accompagnata da birra o Coca Cola. Anche se ultimamente la tendenza è anche accompagnare un buon vino in base al contesto in cui viene utilizzata e servita, ad esempio , come antipasto a base di formaggio si “sposa” benissimo con un vino spumante mentre sostituita la pane per grigliate di carne, un rosso fermo è l’ideale e per non tradire le origini sceglierei senza ombra di dubbio un famosissimo Sangiovese di Romagna.

Se invece è mangiata come piatto unico, cosa che io adoro, l’abbinamento con il vino dipende dalla farcitura ma data la secchezza della piadina e delle farciture classiche (salumi e formaggi i), a quelle più ricercate addirittura con fichi caramellati, personalmente propongo un vino bianco e sempre per restare in Romagna, consiglio un Pagadebit, vino bianco fermo ottenuto da uve Bombino Bianco.

La Piadina Romagnola, una bontà assolutamente da provare se si viene in riviera per un fine settimana a Riccione.

E poi…Sole, Mare e Relax e tanto riposo (prendete spunto da Mojito dopo il pranzo!)

Trascorrere Un fine settimana a Riccione vuol dire anche trovarsi davanti ad una città multietnica, modaiola, stravagante e sempre al passo con la moda.

La sera, gironzolando per Viale Ceccarini , la Via più famosa della Riviera per i suoi locali ed i suoi negozi ci si imbatte in caratteristici brand.

Ma quelli che io preferisco sono quelli con produzioni artigianali tipo questo, che producono particolarissimi Caftani Mare, non più solo outfit per il mare da indossare con semplicità sopra il costume, ma veri e propri capi iconici per la bella stagione (però dei Caftani e dei Turbanti VE NE VOGLIO PARLARE IL MESE PROSSIMO!)

Come divertimento serale per un fine settimana a Riccione non potete non andare a vedere almeno per una volta le numerosissime e famosissime discoteche che popolano le note colline di Riccione, che si guadagna la nomina a “città” con la concentrazione più alta di Discoteche, locali per tutti i gusti e generi.

Icone da sempre della Movida in Riviera potrei citarvi il Peter Pan, Cocoricò, Pascià, Villa delle Rose e la leggendaria Baia Imperiale.

Noi, anche se un poco contro corrente, abbiamo trovato una valida alterativa per passare una serata particolare passeggiando il pomeriggio dopo la spiaggia.

La Mulata, un divertentissimo Ristorante Brasiliano. Come entré per la cena c’è un magnifico buffet di specialità tipiche, ovviamente brasiliane. Per poi continuare con il tradizionale Rodizio di carne o churrasco, che è una grigliata di carni tipica della cucina brasiliana che viene servita su caratteristici spiedoni a forma di spada.

E per finire la serata hanno riprodotto caratteristico Giardino Tropicale dove poter ballare all’aperto sulle note di allegrissime canzoni brasiliane ed ardenti musiche sudamericane che suadenti accompagnano tutta la festa anche in compagnia di un bel “Mojito”. Il nostro cane (che si chiama appunto come il celebre cocktail, si sentiva continuamente nominare!! 😀 )

Se siete curiosi, ecco il oro sito web: https://www.lamulata.it/

Un fine settimana a Riccione, come sempre stupendo..ma ahimè terminato. Un po’ tristi ma contenti, ci siamo incamminati verso la stazione alla volta di Milano.

Camminiamo e ripassiamo per l’ultima piadina al Beach Bar, il proprietario salutandoci mi fa ridere ed alzando gli occhi… vedo…

Questo è un cartello che rispecchia il pensiero di molti romagnoli, gente solare, popolo di ottimisti, sovrani dell’ospitalità e folla notturna e stravagante…Proletari o Aristocratici ma comunque UNICI!!!

Noi ovviamente ci torneremo! E voi siete mai stati nella mia Romagna?


Simona

Informazioni su Simona

Sono la mamma di Yanai, un ragazzone di 22 anni che, al contrario di me e per riflesso a me appare brontolone ed ombroso ma in fondo in fondo è molto dolce e sensibile. Suo malgrado deve condividere da sempre la mamma tra una molteplicità di impegni e follie ed altri “AMORI MOLTO PELOSI” con cui divide casa, affetto e spazi. In passato credevo di poter vivere libera ma adesso penso di non poter più fare a meno di mio marito Emanuele, supporto fondamentale delle mie “pazzie” quotidiane. Lui è professionalmente impegnato nel campo del Fashion e della Moda ed è proprio con lui che condivido questa passione. Perché ricordate che “Niente è più necessario del superfluo “ (come spesso citava Oscar Wilde ;) )” Sognatrice di professione, Party e Wedding Planner nella vita, amo in maniera viscerale tutto quello che è bello. Sempre alla ricerca del “particolare che può fare la differenza”, ambisco a dare valore al tempo e a non dare niente per scontato. Allegra, ambiziosa ,instancabile (anche troppo) e… ahhhh dimenticavo zia delle piccoline di centrifugato di mamma !! ;)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *