Il senso di colpa delle mamme


Ci sono giornate in cui tutto fila liscio ed altre come ieri dove il senso di colpa riaffiora prepotente e ti attanaglia. Era una delle mie paure più grandi in gravidanza ed ora eccola qui. 

Quel senso di colpa delle mamme che ti stringe lo stomaco quando non puoi fare quello che sarebbe il meglio nonostante ti impegni con tutte le tue forze.

Perchè ti sforzi tanto.. a volte forse anche troppo!

Ma il senso di colpa ti accompagna, sempre e comunque (probabilmente viene dato in dotazione con ogni gravidanza :/ )

Perchè se già quando hai un figlio/a solo/a ti sforzi tantissimo per cercare di fare il meglio a volte non ci riesci. Quando ne hai 2 (o più) ti sembra di mancare sempre e comunque nei confronti di una delle 2.

Quando Priscilla vuole solo te e tu stai allattando Bea. Quando stai preparando la grande per scuola e la piccola ti si attacca piangendo perchè vuole esser presa in braccio. E cosi via quel centinaio di volte al giorno.

Il senso di equilibrio di cui vi avevo raccontato al raggiungimento dei 3 mesi insieme è presto scomparso (come tante mi avevano gentilmente preannunciato 😉 ahahha). 

E se normalmente impari a convivere con questo senso di colpa latente ci sono volte, forse perchè sei particolarmente stanca, in cui lo sconforto prende il sopravvento. Come ieri.

Bea ha avuto la febbre e ha dormito tutta la mattina e sarebbe volentieri andata avanti. Ma l’ho dovuta prendere di peso, caricare in macchina per uscire ed andare a prendere Priscilla che usciva da scuola.

Niente di tragico o trascendentale ma portarla fuori di casa mentre so che avrebbe solo voluto stare accoccolata in braccio a dormire ha fatto riemergere il senso di colpa.

Normalmente cerco di essere positiva e godermi i momenti belli insieme. Osservarle quando giocano insieme e ridono complici cercando di farmi contagiare dalla loro allegria.

Forse ieri mi ha colpito particolarmente perchè al 90% dei casi a sentirsi messa da parte è Priscilla. Da buona ex figlia unica ad altissimo contatto vorrebbe ancora avermi tutta per lei. E ogni occasione è buona per sottolinearlo.

Mettiamoci anche il trasferimento che non ha preso benissimo (poi vi racconterò) e ultimamente la situazione è un po’ pesante. Quindi diciamo che ci sono abituata. Anche se vederla soffrire fa male comunque.

Beatrice invece chiede veramente poco. A parte le ovvie necessità naturali, come mangiare e dormire, lei è una bimba che si fa andare bene praticamente tutto. E non aver potuto darle proprio quel poco che chiedeva (un po’ di serenità e riposo in quanto malata) mi ha dato il colpo di grazia in un periodo già complicato di suo.

Ma niente paura, pochi secondi e poi via, si riparte. A volte basta solo ammettere che questo senso di colpa ci sia ed accettarlo, per andare avanti. Perchè noi mamme siamo bravissime in questo: ci rimbocchiamo le maniche e andiamo avanti, sempre e comunque, senso di colpa o meno, cercando di far sempre meglio no?


centrifugatodimamma

Informazioni su centrifugatodimamma

Milanese di origine, giramondo di vocazione. Alterno varie esperienze tra animazione, educazione (in asilo nido e scuole di vario grado) e turismo. Dopo un’esperienza di 6 mesi in Egitto nel 2002 torno in Italia, apro e gestisco degli asili nido per 10 anni, mi sposo e sembra che ormai la vita abbia preso un binario sicuro e solido. Ma il sogno di lasciare di nuovo l’Italia rimane sempre vivo (e neanche ben celato! ;) ). Nel 2012 anche mio marito si convince e decidiamo di trasferirci in Repubblica Dominicana alla ricerca di caldo e di una vita più semplice e serena. Qui nel 2015 nasce la nostra bimba Priscilla… e con lei il blog Centrifugato di mamma. Dove racconto com’è essere mamma, com’è esserlo lontano dalle nostre famiglie, come viviamo in un luogo tanto diverso da quello da cui veniamo, e le meraviglie che scopriamo giorno dopo giorno. Da novembre 2018 siamo a Malaga, pronti per nuove avventure! ;)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

2 commenti su “Il senso di colpa delle mamme