Pasquetta a Las Terrenas


In Repubblica Dominicana la Pasqua si festeggia da giovedi a domenica. La domenica pomeriggio si mettono già tutti in macchina e ritornano nei proprio paesi di origine. Il lunedi dopo Pasqua, quello che per noi italiani è Pasquetta, giorno sacro per le gite fuori porta e, se il tempo lo permette, le scampagnate, qui è invece un giorno lavorativo qualunque. Qui come credo in buona parte del mondo, perchè ho scoperto parlando con amici provenienti dalle zone più disparate del globo che Pasquetta la festeggiamo solo noi in Italia, o quasi. Nonostante tutto però quest’anno, reduci da una Semana Santa particolarmente intensa forse perchè anche appesantita dal pancione, abbiamo voluto dedicarci una giornata per noi e per rilassarci un po’. Abbiamo deciso di passare quindi la pasquetta a Las Terrenas.

Las Terrenas è un piccolo comune affacciato sul mare, sulla costa nord della penisola di Samanà.

Vi avevo già raccontato di alcune gite che abbiamo fatto in questa penisola, a vedere le balene e a Las Galeras, ma entrambe le gite si svolgono nella parte sud.

Da Sosua  Las Terrenas dista circa 3 ore di macchina ed è quindi una meta facilmente raggiungibile  per una gita in giornata o per un breve week end. Io e Gianluca ci eravamo stati già alcune volte anni fa sia per dei fine settimana che per singole giornate di scampagnata in compagnia.

La prima volta che ci siamo andati esisteva ancora solo la vecchia strada che dal sud della penisola tagliava, impervia, tra i monti. Arrivare da Sosua a Las Terrenas allora era decisamente più lungo e scomodo. Anche per la marea di buche che avevamo trovato sul percorso e che rallentavano ulteriormente la corsa. Eravamo dovuti per forza fermarci anche per la notte.

Con l’apertura della nuova autopista che dall’aeroporto El Catey (vicino a Nagua) va direttamente a Las Terrenas i tempi si son decisamente accorciati. E da Nagua in 20 minuti si arriva.

E’ un’autopista nuova di zecca, ben tenuta e a pagamento, ed è meravigliosa. Intagliata tra le montagne rosse della penisola e ad ogni curva regala dei panorami mozzafiato. La prima volta che la percorremmo ci fermammo ogni 2 minuti per scattare milioni di foto. Questa volta, visto anche la bambina a bordo che iniziava a voler arrivare il prima possibile per giocare e scatenarsi, siamo andati direttamente fino alla fine del percorso. Ma vi assicuro che la vista vale assolutamente la pena.

Quando siamo stati noi ormai 4-5 anni fa a Las Terrenas era solo un piccolo paesino con un paio di vie e una parte, chiamata “paese dei pescatori” dove trovare alcuni ristorantini sul mare. Ora so che Las Terrenas è cresciuta molto, tantissimi gli italiani, e gli stranieri in generale, che ci vivono. Sono arrivati i grandi supermercati, è nato un centro commerciale e si è sviluppato molto con conseguente nascita di residenziali, ristoranti e servizi. Purtroppo non abbiamo avuto tempo per girarlo con calma e vedere le differenze coi nostri occhi ma potete trovare tantissime informazioni utili sulla penisola di Samanà, e  Las Terrenas in particolare, sul canale youtube di Guido la Guida.

Nei suoi oltre 100 video Guido, napoletano residente a Las Terrenas, presenta le varie sfacettature di quella zona. Potete ricevere consigli sulle spiagge, che escursioni fare, dove mangiare (e cosa) e dove dormire.

Comunque torniamo a noi. Questa volta siamo tornati a Las Terrenas, dopo oltre 4 anni, per una gita in giornata.

L’occasione è stato appunto il lunedì dopo Pasqua. Son stata invitata su Facebook da una mamma italiana expat come me ad un brunch per Pasquetta organizzato come momento di incontro e festa della comunità italiana locale. E nonostante non siamo della zona ci siamo detti.. perchè no?!

Il brunch a Las Terrenas è stato organizzato da Francesca, titolare di FloLove Organization, agenzia di organizzazione di eventi (chi non ha mai sognato di sposarsi ai caraibi coi piedi nella sabbia?! Ecco Francesca può render questo sogno realtà 😉 )

Appuntamento alle 10,30 presso Cigala Beach Club di Coson (area appena prima di entrare a Las Terrenas). Un bellissimo spazio con appartamenti in affitto, 2 belle piscine, un ampio giardino, ristorante e accesso alla spiaggia di Coson.

Il programma della giornata consisteva in cocktail di benvenuto, relax in giardino, piscina o spiaggia, pranzo con grigliata etc e ancora relax. Non male vero!? Capite perchè mi ci sono infilata più che volentieri?! 😀

Ed in effetti, a parte una noiosa parentesi di pioggia per fortuna in concomitanza col momento del pranzo (che quindi abbiamo passato al coperto al ristorante) è stato proprio super rilassante! I bambini si sono ovviamente fiondati in piscina e sono usciti solo per mangiare. Noi ne abbiamo approfittato per rilassarci a bordo piscina e fare tante chiacchiere con nuove amicizie. O per dare un volto a quelle che fin’ora erano solo virtuali.

Assolutamente una giornata stra piacevole!

Nel tardo pomeriggio, a malincuore, ci siamo rimessi in macchina e siamo ritornati verso Sosua. Pronti per la prossima gita che credo proprio, a questo punto, sarà in 4!

E voi, come avete trascorso Pasquetta?!

 

 


centrifugatodimamma

Informazioni su centrifugatodimamma

Milanese di origine, giramondo di vocazione. Alterno varie esperienze tra animazione, educazione (in asilo nido e scuole di vario grado) e turismo. Dopo un’esperienza di 6 mesi in Egitto nel 2002 torno in Italia, apro e gestisco degli asili nido per 10 anni, mi sposo e sembra che ormai la vita abbia preso un binario sicuro e solido. Ma il sogno di lasciare di nuovo l’Italia rimane sempre vivo (e neanche ben celato! ;) ). Nel 2012 anche mio marito si convince e decidiamo di trasferirci in Repubblica Dominicana alla ricerca di caldo e di una vita più semplice e serena. Qui nel 2015 nasce la nostra bimba Priscilla… e con lei il blog Centrifugato di mamma. Dove racconto com’è essere mamma, com’è esserlo a 12 mila km dalle nostre famiglie, come viviamo in un luogo tanto diverso da quello da cui veniamo, e le meraviglie che scopriamo giorno dopo giorno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

4 commenti su “Pasquetta a Las Terrenas