Ghirlanda di natale di mani


Continuano i preparativi per Natale! ghirlanda di natale di mani, sagome manine, decorazioni fai da teDopo la ghirlanda realizzata con un piatto di carta e visto che
Priscilla si è  divertita tanto a farsi fare le sagome delle mani, ho pensato di realizzare un’altra ghirlanda natalizia. Questa volta abbiamo realizzato una ghirlanda di natale di mani, interamente realizzata interamente con le manine di Priscilla! 😉

Cosa serve per realizzare la ghirlanda di natale di mani?

ghirlanda di natale di mani, decorazione bambini, lavorettiCome base useremo sempre un piatto di carta

Servono poi:

  • Cartoncini verde vari
  • Forbici
  • Pennarello verde
  • Colla vinilica
  • Nastro rosso
  • Cotone

Come realizzare la ghirlanda di natale di mani?

Visto che la base sarebbe stata completamente ricoperta non ho colorato il piattino di carta. Mi sono limitata solo a tagliare il disco interno lasciando intatta la ruota esterna )che sarà la parte che useremo.

Aiutata da Priscilla abbiamo realizzato una decina di sagome delle sue manine sul cartoncino verde. ghirlanda di natale mani fai da te bambiniIo ho usato solo cartoncino verde chiaro e ho poi usato il pennarello verde scuro per il contorno così che si vedesse un po’ di movimento di colore una volta posizionate le sagome sulla base.  Si può anche decidere di usare il cartoncino di 2 verdi differenti e alternarli poi durante la composizione della ghirlanda.

Una volta realizzate le sagome delle manine di Priscilla le ho ritagliate.

Nel mentre Priscilla realizzava alcune palline con pezzi di cotone.  Priscilla aveva già provato a creare le palline quando abbiamo giocato con la carta igienica,  quindi sapeva già come fare. È rimasta solo stupita dal nuovo materiale  (non avevamo ancora mai giocato col cotone.. mi sono ripromessa di farlo presto 😉 )

Una volta preparati tutti i pezzi è  stato sufficiente assemblare il tutto con la colla vinilica.

ghirlanda di natale di mani decorazione natale bambini fai da teHo iniziato attaccando il nastro rosso sul retro del piattino, per poter poi appendere la ghirlanda .

Ho incollato le sagome delle mani sulla base. Per un effetto più carino non incollate tutte le mani in maniera regolare ma muovetele un po ‘ sia alternando mano destra e mano sinistra , sia inclinandole di lato, etc

Io ho usato un piatto di carta piccolo e ho scelto di incollare le sagome delle mani con le dita sempre verso l’esterno per ghirlanda di natalelasciare visibile il vuoto nel centro.  Potete però usare  un piatto grande o fare la base realizzando un disco di cartone. In quel caso dovrete ovviamente realizzare più sagome e potrete poi incollarle con le dita verso l’esterno, ma anche verso l’interno .

Abbiamo decorato poi la ghirlanda incollando le palline di cotone. Lavoro questo che ha svolto Priscilla più che volentieri! 🙂

Una volta pronta e lasciata asciugare abbiamo appeso la ghirlanda di natale di mani sulla porta insieme alle altre decorazioni! 🙂

Che ne pensate?decorazioni di natale fai da te

Noi proseguiamo con le decorazioni.. a presto 😉

ps Questo articolo partecipa ad un contest del blog “la bella tartaruga” che raccoglie tanti link utili e divertenti a tema natalizio. Dateci un occhio 😉


centrifugatodimamma

Informazioni su centrifugatodimamma

Milanese di origine, giramondo di vocazione. Alterno varie esperienze tra animazione, educazione (in asilo nido e scuole di vario grado) e turismo. Dopo un’esperienza di 6 mesi in Egitto nel 2002 torno in Italia, apro e gestisco degli asili nido per 10 anni, mi sposo e sembra che ormai la vita abbia preso un binario sicuro e solido. Ma il sogno di lasciare di nuovo l’Italia rimane sempre vivo (e neanche ben celato! ;) ). Nel 2012 anche mio marito si convince e decidiamo di trasferirci in Repubblica Dominicana alla ricerca di caldo e di una vita più semplice e serena. Qui nel 2015 nasce la nostra bimba Priscilla… e con lei il blog Centrifugato di mamma. Dove racconto com’è essere mamma, com’è esserlo a 12 mila km dalle nostre famiglie, come viviamo in un luogo tanto diverso da quello da cui veniamo, e le meraviglie che scopriamo giorno dopo giorno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *