Fascia portabebé di cashmerefolie


Se ci seguite da un po’ sapete che ho iniziato con il baby wearing per curiosità e necessità quando Priscilla era piccola. Ha infatti avuto un forte reflusso gastrico intorno ai 2 mesi e stava bene senza piangere disperata solo in posizione verticale. Io però dovevo lavorare e non potevo aver sempre le mani occupate per tenerla in braccio. Ho scovato in internet una soluzione e ho letto che portare in fascia poteva essere una soluzione. E allora perchè non provare? Su amazon ho trovato una fascia ring e l’ho presa. Nello stesso periodo mi hanno regalato una fascia morbida 40 settimane mandata dall’Italia da una mia cugina che non l’aveva usata col suo ultimo figlio.

Mi son ritrovata da zero ad avere ben 2 fasce portabebè e ho iniziato ad usarle. Assolutamente a caso, cercando qualcosa su internet, improvvisando, a volte anche “sbagliando” clamorosamente. Ma Priscilla comunque così stava bene… e anche io.

Abbiamo iniziato ad amare lo stare cuore a cuore, questi momenti vicini fatti di passeggiate e coccole. Ho scoperto che c’è un mondo dietro questi pezzi di tessuto e ho iniziato ad informarmi. Ho scoperto nuovi modi di portare e ho cercato di capirci un po’ di più. Ma devo ammettere che imparando solo online non è una cosa che si possa fare per bene.

Quando leggevo nei vari gruppi su Facebook dedicati proprio al portare e al baby wearing di fasce che hanno un’anima, a cui ci si affeziona, etc pensavo fossero tutte esagerazioni.. in fondo è pur sempre SOLO un pezzo di stoffa che serve per un semplice scopo no? Ecco, quando ho provato la fascia portabebé di Cashmerefolie mi son dovuta ricredere.

Sarà la morbidezza del cotone, la passione con cui è creata, il fatto che sia stata fatta a mano proprio solo per noi. Fatto sta che già quando ho aperto il pacchetto che Sara, la titolare del brand, mi ha inviato, ho sentito che c’era qualcosa di diverso dalle altre fasce portabebé (e se ne è accorta anche Priscilla che l’ha voluta usare per fare le coccole a Peppa Pig e Mamma Pig <3 ).

La fascia portabebé di Cashmerefolie è 100% cotone. Si può scegliere in tinta unita o a righe, in uno o più colori come più piace.

Non avendo la trama diagonale per i canoni della scuola del portare italiana è considerata una fascia morbida e quindi adatta per i più piccolini. Per le altre scuole di pensiero (io ho visto molti video americani e conosciuto altre mamme portatrici  dagli States e dal Canada qui in vacanza) invece essendo non elasticizzata e molto lunga, viene usata anche oltre i 6 chili e per legature diverse rispetto a quelle normalmente usate con le fasce morbide.

Ecco, io non sono un’esperta, ve l’ho detto e lo ripeto. Anzi se ne avete modo, fate una consulenza per farvi spiegare e seguire nelle prime esperienze (a me è una cosa che è mancata molto!!). Però vi posso dire che per ora é assolutamente la nostra fascia preferita.

Abbiamo iniziato ad usare la fascia portabebé di Cashmerefolie  già dai primi giorni di vita di Beatrice e la bimba l’ha amata da subito.

Si accoccola subito sul mio petto e si lascia cullare dai miei passi e dalle morbide carezze della stoffa. È la fascia a cui ricorro nei momenti di maggior nervosismo, quella che fa calmare Bea istantaneamente. La morbidezza del tessuto coccola e sorregge e a differenza di altre fasce che abbiamo e che ho provato, non lascia segni sulle gambe della piccola. Ed io riesco cosi anche a dedicarmi un po’ a Priscilla.

Anche il papà  (che con Priscilla aveva usato il marsupio ma non si era mai avventura con le fasce) ha ceduto al fascino di questa fascia e ha deciso di convertirsi al cuore a cuore e diventare un papà portatore.

Noi siamo a quasi 5 mesi di amore con la fascia portabebè di Cashmerefolie… anche se a volte non usiamo magari la legatura giusta 😉

 

E son convinta che la fascia portabebè di Cashmerefolie ci accompagnerà ancora per un po’ nella nostra avventura del portare.

Ma cashmerefolie non è solo fasce portabebè, anzi questa è una piccola branchia dell’attività di questo brand. Sara, la titolare, crea capi unici in cashmere o in cotone. Maglioncini, mantelle, pantaloni e jumpsuit per adulti e bambini, ma anche scaldacollo e cappellini.. un mondo morbido e colorato fatto di vestiti creati con amore.

Se volete dare uno sguardo alle sue creazioni (magari per pensare già a qualche regalo di Natale) ecco i riferimenti di Cashmerefolie

Sito web: http://www.cashmerefolie.com/

pagina facebook: https://www.facebook.com/cashmerefolie/

profilo instagram: https://www.instagram.com/cashmerefolie/

 


centrifugatodimamma

Informazioni su centrifugatodimamma

Milanese di origine, giramondo di vocazione. Alterno varie esperienze tra animazione, educazione (in asilo nido e scuole di vario grado) e turismo. Dopo un’esperienza di 6 mesi in Egitto nel 2002 torno in Italia, apro e gestisco degli asili nido per 10 anni, mi sposo e sembra che ormai la vita abbia preso un binario sicuro e solido. Ma il sogno di lasciare di nuovo l’Italia rimane sempre vivo (e neanche ben celato! ;) ). Nel 2012 anche mio marito si convince e decidiamo di trasferirci in Repubblica Dominicana alla ricerca di caldo e di una vita più semplice e serena. Qui nel 2015 nasce la nostra bimba Priscilla… e con lei il blog Centrifugato di mamma. Dove racconto com’è essere mamma, com’è esserlo a 12 mila km dalle nostre famiglie, come viviamo in un luogo tanto diverso da quello da cui veniamo, e le meraviglie che scopriamo giorno dopo giorno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

2 commenti su “Fascia portabebé di cashmerefolie

    • centrifugatodimamma
      centrifugatodimamma L'autore dell'articolo

      devo dire che si, anche a Bea piace molto.. sai che comunque Priscilla io non l’ho portata tantissimo: non avevo le fasce giuste, non sapevo le legature (che ancora faccio fatica a fare :/ ) e comunque lei ha voluto camminare da subito da sola.. Bea, sarà che abbiamo le fasce un po’ più adatte, almeno in questo primo periodo la sto portando decisamente di più! speriamo di continuare cosi <3