Dipingere con i palloncini


Sapete che non sappiamo resistere ai colori. E quando vediamo le tempere non possiamo non pasticciare un po’.  😉 Ma per tenere viva la curiosità di Priscilla e darle nuovi stimoli cerco sempre di proporle delle varianti per dipingere. Oggi vi racconto come fare per dipingere con i palloncini.

Dipingere con i palloncini?!

Si avete letto bene! Oggi abbiamo usato i palloncini, degli oggetti decisamente insoliti come strumento per dipingere. Ed è proprio questa stranezza che stimola la curiosità dei bambini e li “obbliga” a sperimentare.

Cosa ci serve per dipingere con i palloncini

  • tempere di vario colore
  • ciotoline
  • palloncini
  • fogli di carta
  • grembiule per proteggere i vestiti

Una volta preparato tutto il materiale, dipingere coi palloncini è semplicissimo!

Versate un po’ di tempera nelle ciotole, gonfiate alcuni palloncini (mi raccomando poco! Cosi saranno elastici e non rischiano di scoppiare alla prima pressione 😉 )  e lasciate che i bambini diano sfogo alla loro creatività.

Potete allestire una parete con la carta e dipingere in verticale. O creare una parete in verticale con la pellicola trasparente come abbiamo fatto in un’altra occasione. Oppure potete mettere a disposizione dei fogli su un tavolo (come nel nostro caso questa volta). O ancora preparare una grossa stoffa per terra.

I bambini capiranno subito cosa fare. E inizieranno a dipingere coi palloncini.. e a sperimentare.

Si intinge il palloncino e via, a colorare!

Priscilla inizialmente usava il palloncino come un pennello gigante, strisciandolo sul foglio. Poi ha visto che poteva usarlo anche in altro modo, tipo timbrino. E ha deciso che era divertente perchè a differenza degli altri timbri che avevamo provato, questo rimbalzava! 😀

Ha sperimentato nuovi movimenti, accostamenti di colore e ha cercato di creare qualcosa sfruttando la forma rotonda lasciata dal palloncino.

Poi ovviamente ha voluto metterci mano personalmente, nel senso letterale del termine 😉 Ha usato il palloncino per spalmare il colore sulle sue mani e lasciare lo stampo.

Come spesso succede nelle nostre attività di sperimentazione, non avevamo in mente un prodotto finito da creare. Quindi Priscilla è andata a ruota libera.

Potete comunque usare questa tecnica, ad esempio, per creare dei fogli personalizzati da usare poi come carta per impacchettare dei regali. O dei mini quadretti da regalare. 😉

Come sempre..via libera alla fantasia! E buon divertimento! 🙂


centrifugatodimamma

Informazioni su centrifugatodimamma

Milanese di origine, giramondo di vocazione. Alterno varie esperienze tra animazione, educazione (in asilo nido e scuole di vario grado) e turismo. Dopo un’esperienza di 6 mesi in Egitto nel 2002 torno in Italia, apro e gestisco degli asili nido per 10 anni, mi sposo e sembra che ormai la vita abbia preso un binario sicuro e solido. Ma il sogno di lasciare di nuovo l’Italia rimane sempre vivo (e neanche ben celato! ;) ). Nel 2012 anche mio marito si convince e decidiamo di trasferirci in Repubblica Dominicana alla ricerca di caldo e di una vita più semplice e serena. Qui nel 2015 nasce la nostra bimba Priscilla… e con lei il blog Centrifugato di mamma. Dove racconto com’è essere mamma, com’è esserlo a 12 mila km dalle nostre famiglie, come viviamo in un luogo tanto diverso da quello da cui veniamo, e le meraviglie che scopriamo giorno dopo giorno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *