diabete gestazionale… compagno (sgradito) di gravidanza


Questo articolo lo scrivo da una postazione inusuale.. scrivo dalla sala di attesa della clinica privata a cui mi appoggio per tutte le visite e gli esami legati alla gravidanza. (Se volete saperne di più sulla sanità in repubblica dominicana ve ne avevo parlato tempo fa). Sono in attesa di ritirare gli esami del sangue per il controllo dei valori della glicemia. Da qui alla fine della gravidanza dovrò rifarli molto spesso perché durante un normale controllo di routine (curva glicemica ) i valori son risultati molto sballati. È stato infatti rilevato il diabete gestazionale. 🙁

strutture nuove e moderne -clinica Bournigal di Puerto Plata-

Non vi dico l’ansia dei primi momenti!

La ginecologa in seguito mi ha spiegato che in donne con ovaio policistico ben grave come il mio le percentuali di casi di diabete gestazionale sono elevatissime perché sono 2 patologie strettamente collegate.

I fattori di rischio che aumentano le probabilità di avere il diabete gestazionale sono

  1. l’età (è più probabile insorga oltre i 30 anni)
  2. Familiarità (avere uno o più parenti che hanno sofferto o soffrono di diabete fa aumentare le probabilità di esser predisposti)
  3. Ovaio policistico (i casi di diabete gestazionale in soggetti con orario policistico son una percentuale altissima)

Io avevo praticamente tutti questi fattori di rischio.. per la ginecologa era quasi scontato mi venisse. Anzi si è decisamente stupita che non mi fosse venuto anche con la prima gravidanza (meno male dico io invece! 😉 )

Per fortuna il diabete gestazionale è una patologia legata esclusivamente al momento della gravidanza e le percentuali che si trasformi in diabete vero e proprio sono molto basse. Soprattutto se tenuta sotto controllo.

Cosa provoca il diabete gestazionale?

Mi spiegava la dottoressa che è dovuto ad alcuni ormoni (maledetti!) che ostacolano il buon funzionamento del pancreas. Il pancreas normalmente produce l’insulina necessaria per processare gli zuccheri (il glucosio) che si introduce nel corpo durante i pasti e aiuta il corpo a tenere costanti i valori degli zuccheri nel sangue. Quando il pancreas non riesce a funzionare ecco che il valore del glucosio sale in maniera esponenziale.

In gran parte dei casi non si presentano sintomi. E’ per questo che le donne in gravidanza è importante si sottopongano all’analisi dei livelli di zuccheri nel sangue.
È possibile che abbia un decorso asintomatico, ma in alcuni casi si potrebbero manifestare i seguenti sintomi:
Tutto il corpo: fame eccessiva, sete eccessiva oppure stanchezza
Altri sintomi comuni: candidosi oppure minzione frequente

Come curare il diabete gestazionale?

Salvo rarissimi casi in cui si deve ricorrere all’insulina, è sufficiente tenere sotto controllo la dieta. Non sono una nutrizionista quindi non vi darò certo indicazioni sulla dieta da seguire. La mia ginecologa mi ha mandato da una specialista  (endocrinologa) che valutasse i miei esami del sangue e mi consigliasse come modificare la dieta. Vi racconto solo la mia esperienza in questo caso specifico. La prima cosa che mi ha suggerito è stata di dire addio alla farina bianca (e tutto i suoi derivati e carboidrati ad alto indice glicemico) e allo zucchero.

Le farine bianche e i carboidrati come le patate, la yuca etc hanno infatti un indice glicemico alto. Vanno per questo sostituiti con farine integrali o vegetali. Stessa cosa per gli zuccheri. Bandito quello classico si possono usare alcuni sostituti (attenzione però non tutti vanno bene!)

Io ho dovuto quindi sostituire nella mia dieta pasta pane e pizza con alimenti integrali. E aggiungere fibre ad ogni pasto. E stare attenta ad alcuni alimenti che ti possono fregare. Io ad esempio non sapevo che la banana fosse da evitare mentre invece posso mangiare le fragole (che pensavo fossero invece super zuccherine). Piano piano son riuscita a trovare una nuova organizzazione dei pasti e devo dire che son anche fortunata e sia Priscilla che Gianluca apprezzano questi cambi. Son anche riuscita a trovare qualche prodotto alternativo sfizioso per non dover rinunciare completamente a tutto! 😉

Mi ha aggiunto poi diversi piccoli spuntini (yogurt, crackers integrali, frutta non zuccherina, pane integrale e prosciutto etc) per evitare di rimanere a digiuno per oltre 3 ore.

Oggi sono al controllo e pare che la dieta stia dando gli effetti desiderati. Ho rifatto gli esami del sangue a digiuno e 2 ore dopo la colazione e entrambi i valori questa volta sono perfetti!
Evviva!

Anche l’ecografia ha dimostrato tutti i valori nella norma (il diabete gestazionale può infatti portare una crescita anormale del bambino, soprattutto per quanto riguarda la circonferenza addominale, cosi come una sovrapproduzione di liquido amniotico… per noi invece tutto nei parametri).

Ovviamente la dieta (o meglio, alimentazione controllata per tenere sotto controllo il diabete gestazionale) va continuata fino a fine gravidanza, ma son contenta di vedere che serve e che i valori son tornati nella norma.

Chi di voi ha avuto lo stesso compagno di gravidanza? Com’è andata?

 


centrifugatodimamma

Informazioni su centrifugatodimamma

Milanese di origine, giramondo di vocazione. Alterno varie esperienze tra animazione, educazione (in asilo nido e scuole di vario grado) e turismo. Dopo un’esperienza di 6 mesi in Egitto nel 2002 torno in Italia, apro e gestisco degli asili nido per 10 anni, mi sposo e sembra che ormai la vita abbia preso un binario sicuro e solido. Ma il sogno di lasciare di nuovo l’Italia rimane sempre vivo (e neanche ben celato! ;) ). Nel 2012 anche mio marito si convince e decidiamo di trasferirci in Repubblica Dominicana alla ricerca di caldo e di una vita più semplice e serena. Qui nel 2015 nasce la nostra bimba Priscilla… e con lei il blog Centrifugato di mamma. Dove racconto com’è essere mamma, com’è esserlo a 12 mila km dalle nostre famiglie, come viviamo in un luogo tanto diverso da quello da cui veniamo, e le meraviglie che scopriamo giorno dopo giorno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *