Come prendersi cura della pelle dei neonati


Sono arrivata da poco in Repubblica Dominicana e per chi arriva da paesi con un clima molto diverso non può fare a meno di pensare a come si possa vivere con un caldo direi così accentuato. Il mio primo pensiero è andato subito a Priscilla, ormai abituata a questo clima, ma soprattutto alla piccola Beatrice. Ho subito considerato di come poter prendersi cura della pelle dei neonati a Milano ed ancora in maniera più particolare qui.

Anche perchè, avere dei bimbi sia appena nati che un po’ più grandini implica tante volte dover ricercare e quindi scegliere al meglio i prodotti per il loro benessere.

Tutti sanno, anche io che ormai ho un figlio adulto che comunque avere un neonato vuol dire avere tante e tante attenzioni in più…

Già a Milano ed anche durante l’ultima edizione del Cosmoprof mi sono aggiornata sui nuovi prodotti che possono servire ad una cura globale per la pelle dei neonati.

Adesso vi racconto che cosa ho scelto da portare a Beatrice.

Allora, come potersi prendere cura della pelle dei neonati??

Cambio del pannolino

Il momento del cambio del pannolino è una delle pratiche che ti accompagnano sin dai primi momenti di vita e richiedere delle particolari accortezze.

Lavare e detergere il sederino ad ogni cambio è una operazione che serve ad evitare che la pelle entri in contatto con la pipì e che quindi il sederino del bambino si arrossi provocando bruciori e fastidi al piccolo.

Ad ogni cambio di pannolino il sederino va lavato sotto acqua corrente ragionevolmente calda, dovrete controllarne la temperatura bagnando l’interno del vostro polso con l’acqua che andrete poi ad usare per il lavaggio.

Se invece siete fuori casa o non avete a disposizione un lavandino, potete tranquillamente usare delle salviettine specifiche per il cambio del pannolino.

Mi raccomando sempre di usarne di buona qualità e soprattutto specifiche per bambini meglio se di “nuova generazione”.

Ci sono infatti in commercio salviettine che utilizzano prodotti più o meno naturale.

Cercate di scegliere quelle con ingredienti il più naturali possibili, controllando bene le etichette.

Un consiglio che posso darvi é che se il neonato ha la pelle molto delicata e tendente agli arrossamenti, potete usare per detergere la pelle questo composto semplice da preparare.

Prendete una piccola quantità di Amido di Riso che andrete a sciogliere con poca acqua tiepida in modo da avere un’ emulsione cremosa da applicare sul sederino e massaggiare delicatamente.

Una volta spalmato il composto sciacquate accuratamente sempre con acqua tiepida.

Per asciugare la pelle meglio usare materiali naturali e morbidi tipo cotone, lino, canapa e bambù.

Ora vi parlo di alcuni prodotti specifici che ci aiutano a prenderci cura della pelle nei neonati.

Prima di rimettere il pannolino, se si vede che la pelle è arrossata, si può stender un velo di crema specifica per il cambio del pannolino.

Io ho scelto

  • Baby diaper cream di Natura Siberica, casa cosmetica di cui vi ho già parlato.
    Un’emulsione specifica per le irritazioni e rash cutanei tipici da pannolino con estratti di Cotone e Achillea bio estremamente fluida e leggera.
    La particolarità di questa crema è che al 99% ha ingredienti di origine naturale.
  • Pasta lenitiva calmante della linea bimbi di Helan.
    Avendo Flavia apprezzato le creme della linea mamma ho voluto provare anche la pasta protettiva.
    Una crema compatta e dolcemente profumata specifica per evitare irritazioni e screpolature per le pieghe della cute.
    A base di aloe vera e estratto di calendula arricchita di olio di mandorle dolci e cera d’api.
  • Pasta protettiva per il cambio di La Saponaria.
    Dopo aver letto le recensioni di Anna e Stefania in relazione alla loro esperienza al Nido ho decido di portarla a Beatrice.
    Una crema ricca di natura e povera di chimica. A base di ossido di zinco é arricchita con ingredienti naturali nutritivi (Burro di Karitè, Olio di Oliva e Albicocca) ed emolienti (Calendula, Camomilla e Vitamina E).

Bagnetto

Specialmente qui che fa molto caldo immergere il neonato nell’acqua leggermente calda può risultare un momento di grande rilassamento.

Non è necessario farlo tutti giorni. La cadenza la deciderete voi in base a quanto al bimbo piaccia o meno questo momento. Che non deve risultare comunque uno stress ma deve essere un’occasione da condividere insieme ai genitori.

Ecco quindi un altro momento per prendersi cura della pelle dei neonati!

Preparate accuratamente l’acqua in cui immergerete i piccolini.

Non deve superare i 37°C ,prima di procedere verificatene la temperatura avendo cura sempre di mescolare l’acqua.

Potete lavare i bimbi con semplice acqua (sino all’anno di età é preferibile), detergenti (optate per quelli naturali in base alla pelle dei vostri bambini) o un cucchiaio di olio di mandorle. E per le pelli più sensibili potete usare sempre un poco di amido che scioglierete nell’acqua.

Procedete ed immergete il bambino sostenendo con una mano sempre il collo e la testa e procedete a lavarlo delicatamente sempre stando attenti a sorreggerlo.

Iniziate l’accurata detersione del viso con una garza ed iniziando prima dagli occhi passate al naso ed alla bocca per poi finire la pulizia facendo particolare attenzione alle pieghe del collo.

Lavate poi la testa del bambino bagnandola con un panno morbido.

Versate una piccola quantità di shampoo delicato specifico per neonati sulla testa e dopo aver massaggiato dolcemente sciacquatelo o con un panno bagnato o versando un po’ d’acqua con la vostra mano libera.

Adesso dedicatevi a lavare tutto il corpo, facendo attenzione a tutte le pieghette della pelle dove potrebbe nascondersi lo sporco (latte,pipì o residuo di feci).

Una volta terminato, tirate fuori il piccolo dall’acqua con entrambe le mani facendo attenzione sempre a testa e collo ed avvolgetelo in un asciugamano morbido (prediligete sempre fibre naturali morbide e carezzevoli) e tamponatelo delicatamente asciugandolo bene anche nelle pieghe cutanee.

Il bagnetto é un’ottima occasione per prendersi cura della pelle dei neonati ma attenzione ai bagni troppo frequenti che potrebbero seccare eccessivamente la pelle delicata togliendone le difese.

Io vi consiglio di usare sempre dopo il bagnetto o un latte per il corpo o se avete un po’ di tempo massaggiate la pelle con un olio specifico per il corpo dei neonati.

Io ho scelto:

  • Baby Shampoo senza lacrime di Natura Siberica, casa cosmetica che a me piace tanto per la particolarità dei suoi ingredienti.
    Questo shampoo per bambini pulisce con dolcezza i capelli dei piccoli, dolce sugli occhi come acqua pura.
    Grazie all’estratto biologico di Aloe idrata capelli e cuoio capelluto mentre l’estratto biologico di liquirizia li rende lisci e morbidi.
  • Olio per il corpo dei neonati di Nacomi (marca di cui Flavia vi aveva già parlato per l’olio corpo in gravidanza ).
    Gli ingredienti naturali che caratterizzano questo prodotto come l’olio di mandorle dolci, l’olio di jojoba e olio di oliva idratano e proteggono la pelle. Mentre l’aggiunta di Camomilla e di Avena aggiungono proprietà lenitive e rigeneranti a questo prodotto. Un olio ideale per prendersi cura della pelle dei neonati.

Ovunque voi siate ed in qualsiasi stagione prendersi cura della pelle dei neonati è fondamentale.

Io approfitto del mio soggiorno qui per regalare a Beatrice delle piccole coccole di benessere extra. Altrimenti a che cosa servono le zie!?!

 


Simona

Informazioni su Simona

Sono la mamma di Yanai, un ragazzone di 22 anni che, al contrario di me e per riflesso a me appare brontolone ed ombroso ma in fondo in fondo è molto dolce e sensibile. Suo malgrado deve condividere da sempre la mamma tra una molteplicità di impegni e follie ed altri “AMORI MOLTO PELOSI” con cui divide casa, affetto e spazi. In passato credevo di poter vivere libera ma adesso penso di non poter più fare a meno di mio marito Emanuele, supporto fondamentale delle mie “pazzie” quotidiane. Lui è professionalmente impegnato nel campo del Fashion e della Moda ed è proprio con lui che condivido questa passione. Perché ricordate che “Niente è più necessario del superfluo “ (come spesso citava Oscar Wilde ;) )” Sognatrice di professione, Party e Wedding Planner nella vita, amo in maniera viscerale tutto quello che è bello. Sempre alla ricerca del “particolare che può fare la differenza”, ambisco a dare valore al tempo e a non dare niente per scontato. Allegra, ambiziosa ,instancabile (anche troppo) e… ahhhh dimenticavo zia delle piccoline di centrifugato di mamma !! ;)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *